Akeeba Backup for WordPress requires PHP 7.2.0 or later but your server only has PHP 7.1.33. Taekwondo Massafra medaglia d’argento in Calabria. - C.S TAE KWON DO MASSAFRA
Vai al contenuto

Taekwondo Massafra medaglia d’argento in Calabria.

  • di

 

Taekwondo. La massafrese Emanuela Palmisano medaglia d’argento al Campionato Regionale Calabria 

Il C.S. “Taekwondo Massafra”, diretto da sempre dal M° Tommaso Petrelli, cintura nera VII dan, dopo il triste periodo vissuto per colpa della pandemia con tutte le attività ”forzatamente” bloccate, sta ora lentamente, e con cauto ottimismo, iniziando a partecipare con grande gioia dei suoi atleti. alle prime gare ufficiali,

Proprio domenica scorsa, 5 dicembre, il centro sportivo massafrese ha partecipato al Campionato Regionale Calabria di combattimento, svoltosi a Catanzaro, nella categoria Cadetti cinture nere, con Emanuela Palmisano, giovane di appena 13. Ad accompagnare la giovane atleta (al seguito anche genitori e amici) è stato il sempre bravo e disponibile Nico Lepore.

Questa volta, infatti, il maestro Tommaso Petrelli, cintura nera VII dan, non ha potuto essere presente, perché nello stesso giorno era impegnato al PalaOlimpia di Policoro in un Raduno Agonistico riservato ai ragazzi della Basilicata. Ciò, comunque, non ha impedito al maestro il continuo contatto telefonico con il giovane maestro Nico Lepore, della sua stessa palestra, per non far mancare la vicinanza e supporto tecnico e morale alla giovane atleta e ai rispettivi accompagnatori.

 

Benissimo ha fatto la giovane atleta massafrese che, con delle prove degne di una veterana, ha superato le sue avversarie nelle eliminatorie e semifinali, riuscendo a portare a casa una prestigiosa medaglia d’argento nella sua categoria di cintura nera, laureandosi Vice Campionessa Regionale. Il Centro Sportivo “Taekwondo Massafra”, grazie a lei, è così tornato ad assaporare l’aria delle competizioni e portare una prestigiosa medaglia. Un risultato, in questi tempi, a dir poco eccezionale.

Nella foto la giovane atleta Emanuela Palmisano tra il M° Nico Lepore (sx) e il M° Tommaso Petrelli.

 

Nino Bellinvia